Solare Fotovoltaico

pannelli solari dmg arancioneDMG opera come EPC (Engineering, Procurement and Construction) certificato che offre impianti chiavi in mano gestendo tutte le pratiche necessarie allo sviluppo, autorizzazione, costruzione ed operazione degli impianti, garantendo uno standard qualititativo e di efficienza duraturo, attraverso la propria struttura in grado di erogare servizi O&M (operation & maintenance) 24 ore su 24, per 365 giorni l’anno.

La società si rivolge principalmente a clienti industriali che abbiano necessità di implementare interventi volti al miglioramento energetico dell’involucro edilizio o del processo produttivo, e ad investitori o utilities che vogliano un partner affidabile ed efficiente per i propri investimenti nelle energie rinnovabili, contribuendo a migliorare la qualità della vita, producendo energia pulita ed abbattendo le emissioni di CO2.

I servizi offerti da DMG includono:

  • Studi di fattibilita’ 
  • Preparazione ed ottenimento delle Autorizzazioni necessarie 
  • Progettazione Preliminare ed Esecutiva 
  • Procurement 
  • Costruzione 
  • Commissioning 
  • Operation & Maintenance 

Oltre all’installazione dell’impianto fotovoltaico DMG, grazie alla divisione Edilizia e strutture, si occupa di tutte le attività e opere necessarie alla ristrutturazione dell’edificio, come ad esempio rifacimento del lastro solare, rimozione, smaltimento e sostituzione di tutti i materiali incluso l’amianto. L'amianto, presente nei componenti edilizi in cemento-amianto (eternit) che hanno trovato una larghissima diffusione nella realizzazione di coperture di capannoni, si è rivelato un materiale estremamente pericoloso. Per la legge ci sono 3 tipologie di intervento per alla bonifica delle coperture di cemento-amianto: la rimozione, l'incapsulamento e il confinamento. DMG è in grado di trovare la soluzione più idonea. La divisione Edilizia e strutture si occupa anche della costruzione e installazione delle strutture metalliche, DMG inoltre effettua l’audit energetico offrendo soluzioni per l’efficientamento energico dell’involucro.

L'effetto fotovoltaico si realizza quando un elettrone presente nella banda di valenza di un materiale (generalmente semiconduttore) passa alla banda di conduzione a causa dell'assorbimento di un fotone sufficientemente energetico incidente sul materiale. Il semiconduttore più utilizzato per la realizzazione di celle e moduli fotovoltaici è il silicio.

Un impianto fotovoltaico è un impianto elettrico che sfrutta l'energia solare per produrre energia elettrica mediante effetto fotovoltaico. Gli impianti fotovoltaici sono generalmente suddivisi in due grandi famiglie: impianti ad isola, in inglese detti "stand-alone", e impianti connessi ad una rete di distribuzione esitente gestita da terzi, in questo caso si parla di impianti "grid-connect".

Impianti ad isola o off-grid

Questa famiglia identifica quelle utenze elettriche isolate da altre fonti energetiche, come la rete nazionale in AC, che si riforniscono da un impianto fotovoltaico elettricamente isolato ed autosufficiente.
I principali componenti di un impianto fotovoltaico a isola sono generalmente:

  • Campo fotovoltaico, deputato a raccogliere energia mediante moduli fotovoltaici disposti opportunamente a favore del sole; 
  • Regolatore di carica, deputato a stabilizzare l'energia raccolta e a gestirla all'interno del sistema; 
  • Batteria di accumulo, costituita da una o più batterie ricaricabili opportunamente connesse (serie/parallelo) deputata/e a conservare la carica elettrica fornita dai moduli in presenza di sufficiente irraggiamento solare per permetterne un utilizzo differito da parte degli apparecchi elettrici utilizzatori. 
  • Inverter altrimenti detto convertitore DC/AC, deputato a convertire la tensione continua (DC) in uscita dal pannello (solitamente 12 o 24 volt) in una tensione alternata (AC) più alta (in genere 110 o 230 volt per impianti fino a qualche kW, a 400 volt per impianti con potenze oltre i 5 kW). 

Impianti connessi ad una rete

Questa famiglia identifica quelle utenze elettriche già servite dalla rete nazionale in AC, ma che immettono in rete la produzione elettrica risultante dal loro impianto fotovoltaico, opportunamente convertita in corrente alternata e sincronizzata a quella della rete. I principali componenti di un impianto fotovoltaico connesso alla rete sono:

  • Campo fotovoltaico, deputato a raccogliere energia mediante moduli fotovoltaici disposti opportunamente a favore del sole
  • Inverter, deputato a stabilizzare l'energia raccolta, a convertirla in corrente alternata e ad iniettarla in rete
  • Quadristica di protezione e controllo, da situare in base alle normative vigenti tra l'inverter e la rete che questo alimenta
  • Componente spesso sottovalutata, i cavi di connessione, che devono presentare un'adeguata resistenza ai raggi UV ed alle alte temperature

Gli impianti fotovoltaici possono essere suddivisi in base al loro livello di integrazione architettonica.

Avremo quindi:

  • Impianti non integrati
  • impianti parzialmente integrati
  • impianti totalmente integrati